WS Hanley 2018 - Sezione 1
Indice
WS Hanley 2018
Sezione 1
Sezione 2
Sezione 3
Sezione 4
Sezione 5
Tutte le pagine

SEZIONE 1: Assessment funzionale di problemi comportamentali severi: un processo più sicuro, più veloce, e ugualmente efficace

 

L’intervento comportamentale può essere efficace per ridurre problemi di comportamento come le crisi comportamentali, l’autolesionismo e l’aggressione, specialmente in quei casi in cui viene condotto un assessment funzionale allo scopo di identificare il motivo per cui si verifica il comportamento problema. Nel contesto di una serie di valutazioni empiriche che dimostrano l’efficacia e la validità sociale di un processo specifico di assessment funzionale, verranno riviste le false credenze sul processo di assessment funzionale, credenze che sembrano essere molto diffuse in diverse comunità di ricerca e di pratica clinica. Tramite lezioni frontali, discussioni interattive, simulazioni e applicazioni autentiche, i partecipanti dovrebbero apprendere come condurre un’intervista per identificare le contingenze di rinforzo che possono influenzare il comportamento problema e quindi disegnare e implementare un’analisi funzionale veloce, sicura e efficace che sia derivata dall’intervista allo scopo di legittimare le contingenze di rinforzo che si sospetta siano alla base del comportamento problema. Verrà inoltre rivisto un processo di reiterazione dell’intervista e dell’analisi in quei casi in cui l’analisi iniziale non ha fornito informazioni sufficienti per procedere nel trattamento.

 

Obiettivi:

1. Il partecipante dovrebbe essere in grado di descrivere le condizioni in cui utilizzare e quelle in cui non utilizzare diverse tipologie di assessment funzionale allo scopo di comprendere le motivazioni del comportamento problema: assessment indiretti a domande aperte o chiuse, assessment descrittivi formali ed informali, analisi funzionale.

2. Il partecipante dovrebbe essere in grado di descrivere diverse strategie per migliorare la sicurezza e l’efficienza del processo di assessment funzionale, con particolare attenzione alla sezione dell’analisi funzionale.

3. Il partecipante dovrebbe essere in grado di descrivere gli obiettivi principale dell’intervista a domande aperte sull’assessment funzionale e le strategie per raggiungerli.

4. Il partecipante dovrebbe essere in grado di descrivere diverse strategie per determinare in maniera efficace se topografie differenti di comportamento problema siano influenzate dalla stessa contingenza di rinforzo.

5. Sulla base dei risultati di una intervista a domande aperte il partecipante dovrebbe essere in grado di disegnare una analisi funzionale sintetizzata che sia efficiente, individualizzata e non standardizzata.

6. Nel caso in cui i risultati di una analisi funzionale inizialmente non differenziata il partecipante dovrebbe essere in grado di descrivere diverse strategie che permettano di ri-disegnarla con successo

 

Letture per l’approfondimento:

Hanley, G. P. (2012). Functional assessment of problem behavior: Dispelling myths, overcoming implementation obstacles, and developing new lore. Behavior Analysis in Practice, 5, 54-72

Hanley, G. P., Jin, C. S., Vanselow, N. R., & Hanratty, L. A. (2014). Producing meaningful improvements in problem behavior of children with autism via synthesized analyses and treatments. Journal of Applied Behavior Analysis, 47, 16-36

Jessel, J., Hanley, G. P., & Ghaemmaghami, M. (2016). Interview-informed synthesized contingency analyses: Thirty replications and reanalysis. Journal of Applied Behavior Analysis. Advance online publication. doi: 10.1002/jaba.316

Santiago, J. L., Hanley, G. P., Moore, K., & Jin, C. S. (2016). The generality of interview-informed functional analyses: Systematic replications in school and home. Journal of Autism and Developmental Disorders, 46, 797-811

Slaton, J. & Hanley, G. P., Raftery, K. (2017). Interview-informed functional analyses: A comparison of synthesized and isolated variables. Journal of Applied Behavior Analysis

Strand R. C. W., Eldevik S. (2017). Improvements in problem behavior in a child with autism spectrum diagnosis through synthesized analysis and treatment: A replication in an EIBI home program. Behavioral Interventions, 1–10. https://doi.org/10.1002/bin.1505